La seconda edizione del Festival di Poesia “Paolo Prestigiacomo” e la IX edizione dell’omonimo premio letterario. Ad agosto a San Mauro Castelverde (Palermo)

Nell’ambito del 2° Festival di Poesia Paolo Prestigiacomo, fondato e diretto da Fabrizio Ferreri in partnership con il periodico culturale l’EstroVerso diretto da Grazia Calanna, il Comune di San Mauro Castelverde (PA) indice la IX Edizione del Premio Letterario “Paolo Prestigiacomo” allo scopo di promuovere e riportare all’attenzione l’opera dello scrittore maurino Paolo Prestigiacomo (San Mauro Castelverde, 1947 – Roma, 1992), già allievo e amico di Aldo Palazzeschi.

REGOLAMENTO

Art. 1 – Il Premio è aperto a opere di poesia in lingua italiana edite dal 10 marzo 2021.

Sono escluse le opere che hanno partecipato alla precedente edizione. Gli autori che hanno partecipato alla passata edizione possono ripresentarsi purché con opera diversa dalla precedente.

Art. 2 – La partecipazione al premio letterario è gratuita.

Art. 3 – La giuria è composta da Gabriella Sica (presidente), Salvatore Silvano Nigro, Elisa Biagini, Gilda Policastro, Alberto Bertoni.

Gabriella Sica: poetessa e scrittrice italiana, dal 1978 al 1987 ha fondato e curato la rivista “Prato pagano”. I suoi libri in versi: La famosa vita (1986), Vicolo del Bologna (1992), Poesie bambine (1997), Poesie familiari (2001), Le lacrime delle cose (2009), Tu io e Montale a cena (2019) e il recente Poesie d’aria per Interno Libri. Tra i riconoscimenti il Premio Internazionale “Lerici Pea” per l’Opera poetica 2014. Tra i suoi libri in prosa: Sia dato credito all’invisibile. Prose e saggi (2000), Emily e le Altre. Con 56 poesie di Emily Dickinson (2010), Cara Europa che ci guardi. 1915-2015 (2015). Sue poesie sono tradotte in varie lingue. Ha inoltre realizzato per RaiPlay docufilm su Ungaretti, Montale, Pasolini, Saba, Penna, Caproni: https://www.raiplay.it/programmi/poetidel900.

Salvatore Silvano Nigro: critico letterario e docente di letteratura italiana in prestigiose università tra cui la École Normale Supérieure di Parigi, la New York University, la Yale University, la Scuola Normale di Pisa e lo IULM di Milano. Si è occupato, tra l’altro, di novellistica del secolo XV, de Il libro mio di Pontormo, di Dante, della letteratura barocca, di Matteo Bandello, Luigi Pulci, Mario Soldati, Alessandro Manzoni, Giorgio Bassani, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Leonardo Sciascia, Giorgio Manganelli, Andrea Camilleri e Giuseppe Bonaviri, oltre a presentare opere letterarie e pittoriche contemporanee. Ha vinto il Premio Brancati nel 1996 e il Premio Dessì nel 2012.

Elisa Biagini: ha pubblicato otto raccolte poetiche fra cui L’Ospite (Einaudi, 2004), Fiato. parole per musica (Edizionidif, 2006), Nel bosco (Einaudi, 2007), The guest in the wood (Chelsea editions, 2013 – 2014 Best Translated Book Award), Da una crepa (Einaudi 2014) e Filamenti (Einaudi 2020). Ha curato e tradotto l’antologia Nuovi Poeti Americani (Einaudi) e Non separare il no dal sì (Ponte alle Grazie), una scelta di poesie di Paul Celan. Con Antonella Anedda ha pubblicato Poesia come ossigeno. Per un’ecologia della parola (Chiarelettere). Sue poesie sono tradotte in più di quindici lingue e ha partecipato ad importanti festival italiani e internazionali. Insegna scrittura a NYU Florence.

Gilda Policastro: è scrittrice e critica letteraria. Collabora a giornali e riviste, è in particolare redattrice del sito «Le parole e le cose». Ha pubblicato i romanzi: Il farmaco (Fandango, 2010), Sotto (Fandango, 2013), Cella (Marsilio, 2015), La parte di Malvasia (La Nave di Teseo, 2021). Tra i libri di poesia: Non come vita (Aragno, 2013), Inattuali (Transeuropa, 2016), Esercizi di vita pratica (Prufrock spa, 2017). Tra i saggi: Polemiche letterarie dai Novissimi ai lit-blog (Carocci, 2012), L’ultima poesia: scritture anomale e mutazioni di genere dal secondo Novecento a oggi (Mimesis, 2021).

Alberto Bertoni: è nato a Modena nel 1955. Insegna Letteratura italiana contemporanea all’Università di Bologna. Tra le sue pubblicazioni saggistiche: La poesia contemporanea (Il Mulino 2012), Poesia italiana dal Novecento a oggi (Marietti 2019), Una questione finale. Poesia e pensiero da Auschwitz (Book Editore 2020). Per Einaudi ha pubblicato L’isola dei topi (2021). Come poeta ha pubblicato diverse raccolte confluite poi nel volume Poesie 1980-2014 (Aragno 2018).

Art. 4 – Il premio si articola in un’unica sezione.

Art. 5 – Per partecipare al premio gli autori (o le case editrici) dovranno inviare per email, in formato PDF comprensivo della data di pubblicazione, la propria opera entro e non oltre il 10 giugno 2022.

Indicare nell’oggetto dell’email la dicitura: Partecipo – Premio Letterario “Paolo Prestigiacomo” IX Edizione, 2022.

L’email, unica, deve essere inviata a:

Fabrizio Ferreri: ferrerifabrizio@hotmail.com

Grazia Calanna: graziacalanna@lestroverso.it

Oltre alla propria opera, i partecipanti devono allegare all’email in un unico file word i propri dati anagrafici e di recapito: luogo e data di nascita, e-mail, riferimento telefonico, indirizzo di domicilio.

La giuria, entro la prima metà di luglio 2022, diramerà una lista di finalisti ai quali sarà chiesto di spedire n° 5 copie cartacee della propria opera. Le copie dovranno essere inviate entro 7 giorni dall’avvenuta comunicazione al Comune di San Mauro Castelverde, Piazza Municipio 11, 90010 (PA).

Sul plico della spedizione dovrà essere apposta la seguente dicitura: Premio Letterario “Paolo Prestigiacomo” IX Edizione, 2022.

Le opere inviate non saranno restituite né agli autori né alle case editrici.

Una copia di ogni opera resterà nella costituenda Casa della Poesia del Comune di San Mauro Castelverde.

Art. 5 – Il premio letterario prevede un vincitore e due menzioni speciali.

La giuria si riserva inoltre di assegnare un premio di poesia a un’opera under 40, e, a propria discrezione, di assegnare premi speciali e/o segnalare opere.

La segreteria del premio comunicherà i nomi dei vincitori e dei menzionati entro la fine di luglio 2022.

Art. 6 – PREMI

– Vincitore del Premio Letterario “Paolo Prestigiacomo”:

Euro 1.000 e targa di premiazione.

– Menzioni speciali:

Euro 300 e targa di premiazione cadauno.

Vitto e alloggio cadauno (1 cena più il pernottamento per una notte in occasione della serata di premiazione).

Art. 7 – I vincitori del premio, gli autori che hanno ottenuto la menzione speciale e ogni altro premiato si impegnano a confermare la propria presenza alla serata di premiazione entro il 5 agosto 2021. I premi di cui all’art. 6 dovranno essere ritirati personalmente durante la serata di premiazione, pena la perdita degli stessi. Non sono ammesse deleghe.

La serata di premiazione si terrà nella seconda metà del mese di agosto 2021 a San Mauro Castelverde (PA).

Art. 8 – La partecipazione al premio implica l’accettazione completa del presente regolamento.

I dati personali dei partecipanti al premio letterario sono tutelati ai sensi del DL n.196 del 30 giugno 2003. Nell’ambito del Festival di Poesia Paolo Prestigiacomo, giunto alla seconda edizione, il giorno precedente alla serata di premiazione, si terrà il convegno “La poesia e la sconfitta. Ripensare i margini”.

Il Comitato Scientifico del convegno è composto da Andrea Accardi, Giuseppe Condorelli, Diego Conticello.

Il convegno è aperto a tutti e libero. Previa comunicazione via email a ferrerifabrizio@hotmail.com, graziacalanna@lestroverso.it e al comitatopremioprestigiacomo@gmail.com ci si può proporre come relatori, interpretando la seguente traccia:

Il genere poetico sta attraversando una crisi paradossale: se ne scrive tanta, e in buona parte di valore, se ne discute con passione e cognizione di causa; al tempo stesso, però, la poesia di oggi è senza pubblico o quasi, fatta eccezione per un gruppo sparuto di specialisti e per i medesimi autori/lettori all’interno di un circuito che si consuma da sé, venuto meno quel mandato sociale che sembra essere stato oggi assunto dalla canzone, e non solo la cosiddetta “d’autore”, rispetto a un certo bisogno di esaudimento lirico della soggettività. Si aggiunga poi che molta poesia, chiamata per brevità di ricerca, si è da tempo allontanata con decisione da una base di trasparenza comunicativa del linguaggio, esplorandone possibilità poco conciliabili con un vasto pubblico (al quale invece arrivano attualmente pochissimi autori di versi, che con buona approssimazione possiamo considerare non i migliori, e in nome di una idea di Poesia assoluta e stereotipica). Ma una poesia per così dire sotterranea, divenuta quasi clandestina, quale tipo di attrazione esercita nei confronti di contenuti altrettanto asociali, non addomesticabili? Non si tratta di recuperare l’immagine ormai fuori tempo di un poeta romantico messo ai margini della comunità, quanto di considerare la poesia come attività umana che lavora ai fianchi dell’esistente, sulle scorie, sull’espulso, e su più livelli, sociale, esistenziale, psicologico, ma anche geografico e periferico, finendo insomma, genere letterario “sconfitto”, per dare voce e risalto cognitivo alle istanze sconfitte del mondo. Va da sé che proprio il quadro negativo di partenza produca invece il suo contrario, e una poesia non conclamata, che agisce per così dire di straforo, possa indicarci nuovi spiragli da cui guardare e comprendere la realtà, e ridefinire la nostra esperienza.

Possibili spunti assolutamente non esaustivi:

1) Poesia e luoghi dimenticati

2) Poesia e malattia

3) Poesia e inutilità

Il programma del Festival di Poesia sarà pubblicato sul sito de l’EstroVerso nel mese di giugno 2022. Per qualsiasi informazione, visitare il sito web de l’EstroVerso, https://www.lestroverso.it/ o scrivere a ferrerifabrizio@hotmail.com.

L’Albo dei vincitori:

1993 – Patrizia Cavalli, Poesie (1974-1992) (Einaudi).

1994 – Franco Loi, L’Angel (Mondadori).

1995 – Franco Marcoaldi, Celibi al Limbo (Einaudi).

1996 – Valerio Magrelli, Poesie (1980-1992) e altre poesie (Einaudi).

1997 – Iolanda Insana, L’occhio dormiente (Marsilio).

2007 – Maurizio Cucchi, Il rosso e l’azzurro (Quaderni di Orfeo).

2019 – Tiziano Broggiato, Novilunio (Edizioni LietoColle), Giuseppe Grattacaso, Il mondo che farà (Edizioni Elliot); Menzioni Speciali: Antonio Lanza, Suite Etnapolis (Interlinea), Maria Pia Quintavalla, Quinta Vez (Stampa2009).

2021 – Milo De Angelis, Linea intera, linea spezzata (Mondadori); Menzione Speciale: Cettina Caliò, Di tu in noi (La nave di Teseo). Premio alla Carriera: Umberto Piersanti. Vincitori sezione under 40: Marco Corsi, La materia dei giorni (Manni), Giorgio Ghiotti, La via semplice (Ensemble).

 1,908 total views,  6 views today